Occorre tutelarli sì, ma in una condizione di conforto e sostegno quotidiano, dato dall’amore e dalla vicinanza dei loro cari. Occorre tutelarli anche con il potenziamento del Servizio sanitario nazionale, con una maggiore integrazione sociosanitaria e il rafforzamento della medicina di prossimità”. È quanto dichiarano unitariamente i Segretari generali di Spi-Cgil, Fnp-Cisl, Uilp-Uil Ivan Pedretti, Piero Ragazzini e Carmelo Barbagallo in risposta alle ipotesi di misure di prevenzione al rischio di contagio da Covid-19 paventate da più parti, che vorrebbero rinchiudere le persone anziane in una sorta di “lockdown generazionale”. I servizi territoriali dovranno porre sempre di più l’ammalato nel ruolo di attore primario al centro di un contesto di cura personalizzata, ed i Caffè Alzheimer si collocano tra i servizi che, forse più di altri, offrono un palcoscenico adatto ad ospitare questi attori. Una cura personalizzata implica ascolto attento e risposte adeguate alle richieste della persona e della sua famiglia, ma con un’impostazione personalizzata tecnico-clinica, che analizza da vicino la situazione del singolo individuo, prendendo in considerazione la condizione di malattia ed il grado di compromissione dell’indipendenza cognitiva e funzionale.

Nel 2004 è entrata nel Gruppo AlmavivA, dove inizialmente si è occupata di attività di marketing e business development e successivamente dell’acquisizione del Gruppo Finsiel, dalla due diligence al piano strategico. Passata successivamente in Accenture, nell’Area Strategy della Practice Financial Services ha seguito piani industriali e ristrutturazione di modelli organizzativi per Banca Popolare di Milano, Banca Intesa, l’allora Banca di Roma, Credem. Entrato in SeatPG, ha ricoperto diversi ruoli in ambito marketing e comunicazione, partecipando alla trasformazione dell’azienda da una realtà centrata su un prodotto tradizionale ad una azienda principalmente digitale e conseguentemente una vera media company.

Possiamo comunque tenere presente la distinzione fondamentale tra “cura delle persone” (oltre alle “badanti”, anche baby sitter e accudienti) e “cura delle cose” (colf, cuochi, giardinieri, ecc.). Nella storia del nostro Paese sono mancati, a livello nazionale, veri e propri interventi mirati al potenziamento dell’ADI. Nonostante il domicilio fosse universalmente riconosciuto quale luogo da privilegiare per l’erogazione dell’assistenza sociale e sanitaria, gli sforzi di potenziamento di questo tipo di servizi sono rimasti a lungo in balia delle sensibilità locali (ogni regione ha scelto il livello di centralità da riconoscere a questi servizi1). “Si tratta della prima volta- spiega in una nota l’assessore alla Sanità e Servizi sociali, Filippo Saltamartini- in cui la Regione Marche da’ concreta attuazione a una normativa del 2018 per promuovere iniziative finalizzate a valorizzare l’esperienza e la competenza delle persone anziane maturate nel corso della vita professionale, sociale e culturale. Vogliamo valorizzare la persona anziana come ‘risorsa’ per accrescere il benessere della collettività anche attraverso il sostegno di azioni che agevolino la collaborazione tra gli enti pubblici, il mondo del volontariato e gli stessi anziani”.

Al via la presentazione delle domande per la richiesta di contributo per i locatori che hanno concesso, o hanno intenzione di concedere, una riduzione del canone. Per la richiesta c’è tempo fino al 6 settembre, ma le rinegoziazioni possono essere comunicate fino al prossimo 31 dicembre. Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza rappresenta una grande opportunità per cambiare il modello di sviluppo in termini di sostenibilità economica, sociale e ambientale in coerenza con quanto stabilito dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

«In valori assoluti, parliamo di cifre elevate – evidenziano Bosco e Perziano – ovvero 166 mila malati cronici gravi e 203 mila con più di una patologia. Se rapportiamo questo dato al totale della popolazione ligure risulta che i cronici gravi sono il 10,8 per cento della popolazione residente, mentre le persone con più di una patologia sono il 13,24 per cento. Si tratta di valori rilevanti che, peraltro, non tengono conto di portatori di gravi patologie di età inferiore ai 65 anni». Uno studio che arriva proprio a ridosso di quella che, ieri, è stata la prima giornata mondiale dei nonni e degli anziani voluta da Papa Francesco. Intanto i risultati sono stati presentati in un confronto che ha visto la partecipazione della presidente delle ACLI di Roma Lidia Borzì, il direttore del reparto di Geriatria dell’Ospedale Sant’Eugenio di Roma e presidente di Giano onlus Giovanni Capobianco e il segretario generale di “Per Roma” Roberto Corbella. È stata inoltre presentata da Giancarlo Penza della Comunità di Sant’Egidio la buona pratica rappresentata dal progetto “Viva gli anziani”.

Da nov. 2006 ad apr. 2011 è Direttore Settore Turismo e Coordinatore Nazionale di Confturismo. 1994 a nov. 2006 è Direttore Settore Turismo e Settore Servizi dell’Unione del Commercio del Turismo e dei Servizi di Milano e Lombardia, con compiti di collegamento politico tra Istituzioni e Associazioni settore turismo e settore Servizi aderenti all’Unione. Dal 2007 dirigente di un’azienda internazionale dove ha ricoperto numerosi incarichi nell’area Comunicazione Esterna. Dal 1986 al 2006 è Ufficiale dell’Aeronautica Militare Italiana, schierato per attività media e di crisis management in Bosnia, Kosovo, Egitto, Eritrea, Timor Est, Afghanistan, Pakistan, Iraq.

Scenderanno in campo 5 squadre, ognuna capitanata da social talents, che testimonieranno sui propri profili le varie tappe del gioco, rendendo la competizione ancora più virale. Dopo la prima cover in VR di Vanity Fair che ha visto protagonista Pierfrancesco Favino, siamo felici di aggiungere un ulteriore tassello a questa partnership con Rai Cinema Picture e consolidare la presenza di Condé Nast al centro dell’innovazione nel mondo del Cinema” ha commentato Justine Bellavita, Digital Editorial Director Condé Nast. La storia, vincitrice del contest VR lanciato lo scorso ottobre da Rai Cinema e One More Pictures, è ambientata durante la 18esima festa di compleanno di una ragazza di nome Sara. La realtà che si cela dietro le apparenze di un party tra amici è lo spunto per affrontare temi complessi come quello dell’isolamento sociale e del rapporto genitori-figli.

Lo scatto della copertina di Monica Vinella è stato poi arricchito dall’intervento dell’artista pakistana Sara Shakeel, diventata famosa grazie alle sue installazioni che impreziosiscono le immagini con diamanti virtuali. supporta la nuova generazione di designer, una solida piattaforma multimediale che si è imposta quale punto di riferimento per i creativi di tutto il mondo, un network di persone e attività che mette in relazione persone e aziende, in un meccanismo non soltanto comunicativo ma promotore di business e nuove prospettive sulla moda. All’interno, il giornale si sviluppa come un percorso di una galleria d’arte contemporanea con grandi ritratti di donna. Il magazine diventa così un libro da collezionare e i protagonisti, anzi, le protagoniste sono grandi firme che intervistano grandi donne. Daria Bignardi, giornalista e firma di Vanity Fair, intervista la scrittrice – fenomeno internazionale – Elena Ferrante, che qui si svela per la prima volta come non ha mai fatto prima.

Uno di loro, Filippo Giorgi , si è spinto a definire l’attuale stato di crisi planetaria, a un tempo sanitarie e climatica, “pandemia ambientale”. Non è il primo ad avere riunito sotto il cappello pandemico anche il tema del cambiamento climatico. È nota la vicenda dei ricercatori italiani delle Università di Torino e Parma vincitori di un prestigioso bando ERC per studiare il modo di curare una rara forma di cecità, per cui è necessario utilizzare primati non umani, minacciati con pallottole recapitate via posta a casa loro. Successivamente la loro ricerca è stata sospesa da una sentenza del Consiglio di Stato.

E’ nata ad Altamura il 16 ottobre 1968 e si è laureata in Giurisprudenza nel 1991 presso l’Università degli Studi di Bari. Iscritta all’Ordine degli Avvocati di Taranto dal 1995 e abilitata alla difesa dinanzi alle Magistrature superiori dal 2008, si occupa prevalentemente di Diritto delle assicurazioni, Diritto di famiglia e minorile, Appalti pubblici e privati, Diritto amministrativo, Esecuzioni immobiliari, Rito arbitrale e Indennizzo da ingiusta durata del processo . Nell’ottobre 2012 è stata eletta Eletta Delegato dell’ORGANISMO UNITARIO DELL’AVVOCATURA per il Distretto di Lecce.

Perché gli infermieri non bastano e stanno migrando verso il servizio sanitario, richiamati dalle campagne di assunzioni avviate dalle aziende sanitarie pubbliche. associazione di categoria del settore sociosanitario con un migliaio di enti associati in tutta Italia, quasi tutti non profit di radici cristiane. “Va fermata subito l’emorragia di infermieri in Rsa e strutture per anziani e persone con disabilità – chiede il presidente Franco Massi – Altrimenti queste rischiano di trovarsi con troppo pochi infermieri proprio nel momento più delicato per la prevenzione e la protezione dal Covid-19”. “Sicurezza delle cure per noi assistenti sociali – ha aggiunto – è investire nella prevenzione e nei servizi nel territorio e tutelare i professionisti perché nove su dieci di noi hanno subito aggressioni. Grazie anche all’impegno del Ministero della Salute ora c’è la legge 113 del 2020 che interviene sul tema e istituisce anche l’Osservatorio. La salute di tutti è il primo bene da tutelare, se non abbiamo capito questo, questi mesi difficili saranno trascorsi invano”.

Proprio al fine di evitare tardivi o mancati pagamenti del canone di locazione, si legge sul sito dei Caaf della Cgil, , “proprietari e inquilini possono trovare un accordo per rendere la situazione meno onerosa per entrambi, concordando un canone minore rispetto a quello stabilito dal contratto, anche solo per un periodo di tempo circoscritto”. Attraverso la pandemia abbiamo iniziato a comprendere quanto sia profondo l’intreccio tra le nostre vite all’interno dello spazio pubblico. A partire da questa consapevolezza, dobbiamo ora aprirci a nuovi modelli di sperimentazione urbana. Oggi più che mai è necessario testare nuove soluzioni per la città e individuare velocemente, mediante cicli di prova ed errore, quelle tra esse più promettenti. Per questo motivo è spiacevole, come successo poche settimane fa, assistere alla sconfitta di un ambizioso progetto di rigenerazione urbana previsto per il lungolago di Toronto. Le singole regioni, su impulso anche dei Piani sanitari nazionali, hanno sviluppato iniziative volte al potenziamento delle cure domiciliari e a migliorare l’appropriatezza dei percorsi e la continuità assistenziale tra i diversi livelli di cura.

Durante la settimana la piattaforma di Life in Vogue sarà animata da momenti di condivisione, conversazioni e visite guidate aperte a tutta la community. Il palinsesto si aprirà lunedì 12 aprile alle ore 18 con un Live Opening Event. Forti dei risultati dei primi 6 mesi di attività, il nuovo anno si è aperto con un’ulteriore crescita del 60% tra gennaio e marzo, confermando l’andamento positivo. Lo scenario generale in continua evoluzione ha permesso di affinare l’offerta andando sempre incontro alle nuove esigenze dei consumatori e portando sulle loro tavole i valori de La Cucina Italiana. Presentata oggi al Festival della Scienza di Genova la banca dati delle 100 esperte, con tanto di cv, nell’ambito delle STEM , un settore storicamente sottorappresentato dalle donne e al contempo strategico per il nostro Paese.

Attualmente è presidente dell’AIES ed è vicepresidente del Kyoto club, unione di varie istituzioni e imprese impegnate per la riduzione dei gas-serra. https://assoinveneto.org/dreamers/ Con lo scopo di promuovere la soft-economy e di creare una lobby di realtà che rappresentino la qualità italiana, ha fondato Symbola – la Fondazione per le qualità italiane, di cui è Presidente. Alle elezioni politiche del 2001 è stato eletto deputato dell’Ulivo nella circoscrizione XII , collegio di Pisa. Ha fatto parte dell’esecutivo della Margherita e ne è stato responsabile del Dipartimento qualità e territorio.

Siamo reduci da un’esperienza fortemente negativa sul fronte del vaccino antinfluenzale, e non vorremmo mai rivivere le vicende che molti anziani hanno vissuto l’autunno scorso”. La richiesta di una rapida ed efficace campagna vaccinale fa seguito a una condizione emergenziale che non accenna ad attenuarsi soprattutto nelle rsa. Assistenza psicologica gratuita per aiutare gli anziani, i loro familiari e i caregiver ad affrontare l’emergenza Covid-19. Fondazione Cesvi e Cooperativa Spazio Aperto Servizi promuovono un servizio di assistenza psicologica, dedicato agli over 65 del VI Municipio della città di Milano e a coloro che se ne prendono cura, grazie al supporto di psicologi esperti nella gestione del trauma del centro clinico CTIF – Cura e Terapia per l’Infanzia e la Famiglia di Spazio Aperto Servizi. Presentiamo di seguito una selezione dei principali elementi contenuti nella Legge di Bilancio 2021 riguardanti i temi cari a Welforum.it e ai suoi lettori, a partire dall’ambito sociosanitario, fino ad arrivare a quello lavorativo e occupazionale, delle politiche di coesione e della scuola. “I dati confermano la condizione di solitudine delle persone anziane, ed esplicitano un supporto esterno insufficiente, accompagnato dal bisogno di sentire la presenza e il sostegno dei famigliari o delle associazioni di volontariato” spiegano da Auser.

– P. 4 La crescita della curva dei contagi degli ultimi giorni accende i riflettori sulle persone più fragili, tra cui gli anziani. Soprattutto quelli ospiti delle Rsa, la trincea della prima ondata dell’epidemia. L’Istituto superiore di sanità ha rilevato che in quattro mesi, da febbraio a maggio, ci sono stati 9.154 morti nelle strutture di assistenza per gli anziani e il 7,4 per cento era risultato positivo al coronavirus. Ma c’è il sospetto che i decessi da coronavirus siano stati decisamente di più.

Le risposte ricevute diventeranno una sorta di enciclopedia digitale, a cui contribuiranno anche le protagoniste del numero, che racconta le donne italiane attraverso le loro parole pubblicate sul profilo Instagram di Vanity Fair. Il sito de La Cucina Italiana conta 3,6 Mio di utenti con un +6% MoM e un +7% YoY, con una media utenti per il 2020 che è di 4,5 Mio rispetto ad una media di 3,9 Mio del 2019, con un aumento del 15%. La social fanbase complessiva dei profili de La Cucina Italiana e de La Scuola de La Cucina Italiana raggiunge 1.8 Mio con una crescita YoY del +16%. Come nelle passate edizioni, Audi sarà presente al Wired Next Fest, con il quale condivide la spinta all’innovazione continua e l’impegno per migliorare il futuro, attraverso lo sviluppo di tecnologie avanguardistiche che caratterizzano da sempre il suo DNA. In questa occasione, Audi farà il punto su We generation, il progetto dedicato ai giovani, sviluppato assieme ad H-FARM, per sostenere la cultura dell’innovazione e del cambiamento.

Dal loro impegno, in questa epoca di grande sofferenza, hanno anche tratto nuove idee per il “volontariato del futuro”. “Appare evidente l’urgenza di migliorare l’accesso alle cure per i pazienti sul territorio passando da una visione ospedale-centrica ad un approccio domiciliare dell’assistenza a favore dei cittadini con un approccio di sistema ed integrato”. Dei 209 miliardi previsti dal Recovery Fund per l’Italia il Governo ha messo nero su bianco i progetti per una cifra di circa 196 mld. E alla Salute ne vanno 9 mld (il 4,6%) per puntare sul rinnovamento dell’assistenza territoriale e la digitalizzazione. È quanto prevede la bozza, che Quotidiano Sanità è in grado di pubblicare, del Piano nazionale di Ripresa e Resilienza italiano per l’accesso ai fondi del Next Generation Eu.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *